Test di geografia del 23 marzo 2010: i risultati saranno pubblicati entro venerdì 26 marzo 2010!

Ecco le risposte del test


Lavoro del 19 marzo 2010
Aula informatica
Scrivi un breve testo che contenga le risposte alle seguenti domande:
1) Che cosa è il Trattato di Lisbona e che cosa contiene? (definisci gli argomenti del trattato e le disposizioni principali)

2) In che modo il Trattato di Lisbona cambia il ruolo di alcune Istituzioni europee?
3) Quali sono le principali istituzioni europee? In particolare definisci il ruolo del Consiglio europeo, il Parlamento europeo, il Consiglio dell'Unione europea e la Commissione europea.

Il testo deve essere lungo al massimo un foglio A4 + 1/2 foglio A4 (una pagina e mezzo di quadernone)

Per tutte le informazioni vai sul portale della UE

Materiali utili:







Lorenzo Forgia:

Il trattato di Lisbona consiste in un insieme di obiettivi principali che consistono nel rendere l'UE più democratica al fine di soddisfare le aspettative dei cittadini europei in termini di alti livelli di affidabilità, apertura, trasparenza e partecipazione.
Fu firmato il 13 dicembre 2007, e con l'entrata in vigore dell'1 dicembre 2009 fece diventare il consiglio europeo un istituzione.
Ecco il ruolo che svolgono alcune delle principali istituzioni europee:
Il consiglio Europeo dà all'unione gli impulsi necessari al suo sviluppo e ne definisce gli orientamenti e le proprietà politiche generali.
Il parlamento Europeo svolge un ruolo attivo nell'elaborazione di provvedimenti legislativi che hanno un impatti diretto sulla vita quotidiana dei cittadini.
Il consiglio dell'Unione Europea svolge le funzioni di adottare le leggi, solitamente congiuntamente al parlamento europeo, di coordinare le politiche economiche generali degli stati membri, di definire e implementare la politica estera e di sicurezza comune dell'UE, in base agli orientamenti generali stabiliti dal consiglio europeo, di concludere, a nome della comunità e dell'Unione, accordi internazionali tra l'UE e uno o più stati ovvero organizzazioni internazionali, di coordinare le azioni degli stati membri e adottare misure nel settore della cooperazione di polizia e giudiziaria in materia penale e con il parlamento europeo di approvare il bilancio della comunità.
La commissione Europea svolge la funzione di promuovere l'interesse generale dell'Unione Europea, a tal fine partecipa al processo decisionale, in particolare presentando proposte per il diritto europeo, sovrintendendo alla corretta applicazione dei trattati e del diritto europeo,sviluppando politiche comuni e occupandosi della gestione dei fondi.





Marco Breda

Il Trattato di Lisbona è stato firmato il 13 dicembre 2007. Per entrare in vigore, il trattato deve essere ratifi cato da tutti gli Stati membri.
I suoi obiettivi principali consistono nel rendere l’UE più democratica al fine di soddisfare le aspettative dei cittadini europei in termini di alti livelli di affidabilità, apertura, trasparenza e partecipazione, nonché al fine di rendere l’UE più efficiente e in grado di far fronte alle sfide globali quali il cambiamento climatico ecc.
L’accordo sul Trattato di Lisbona fa seguito alla discussione su una costituzione. Un "Trattato istitutivo di una costituzione per l’Europa" è stato adottato dai capi di Stato e di Governo in occasione del Consiglio europeo di Bruxelles (17 e 18 giugno 2004) e firmato a Roma il 29 ottobre 2004.
Definito dal consiglio il trattato di Lisbona, entrato in vigore il 1° dicembre 2009 è divenuto un Istituzione ed il presidente è Herman Van Rompuy.
Nell’ UE le istituzioni principali sono: il Consiglio europeo, Parlamento europeo, Consiglio dell’unione Europea e Commissione europea.
Il Consiglio europeo fissa le priorità e l'indirizzo politico generale dell'Unione europea.
Il Parlamento europeo
è l'unico organo dell'Unione europea eletto direttamente dai cittadini. I suoi deputati sono i vostri rappresentanti, scelti ogni cinque anni dagli elettori dei 27 Stati membri dell'Unione europea. Il Parlamento svolge un ruolo attivo nell'elaborazione di provvedimenti legislativi che hanno un impatto diretto con la vita di tutti i giorni, ad esempio, i trasporti ecc. ed inoltre condivide con il Consiglio dell’Unione Europea il potere di adottare il bilancio annuale e la legislazione dell’Unione Europea.
La Commissione europea è formato da
i commissari e la "pubblica amministrazione" dell'Unione Europea: dove viene proposta la legislazione e anche controlla la corretta applicazione in tutta l'Unione. La Commissione lavora per l'intera UE.




Laura Giaccio:


Il tredici Dicembre 2007 è stato firmato il Trattato di Lisbona, che è inteso a rendere l’UE più efficiente e trasparente, e quindi in grado di far fronte alle sfide globali. Il Trattato di Lisbona da al parlamento nuovi poteri e responsabilità che gli permettono di contribuire al futuro dell’Europa, e ha reso il consiglio europeo un istituzione.

Le principali istituzioni dell’UE sono:
Il Consiglio europeo dà all'Unione gli impulsi necessari al suo sviluppo e ne definisce gli orientamenti e le priorità politiche generali. Non esercita funzioni legislative.
Il Parlamento europeo è l'unico organo dell'Unione europea eletto direttamente dai cittadini e svolge un ruolo attivo nell'elaborazione di provvedimenti legislativi che hanno un impatto diretto sulla vita quotidiana dei cittadini, ad esempio in materia di protezione dell'ambiente, diritti dei consumatori, pari opportunità, trasporti e libera circolazione dei lavoratori, dei capitali, dei servizi e delle merci.
Il Consiglio dell’UE è il principale organo decisionale dell’UE. Come il Parlamento europeo, è stato creato dai trattati istitutivi negli anni ’50. Esso rappresenta gli Stati membri e alle sue riunioni partecipa un ministro di ciascun governo nazionale degli Stati membri. I ministri partecipano alle riunioni in funzione dei temi all’ordine del giorno. Se, per esempio, il Consiglio deve discutere problemi ambientali, alle riunioni partecipa il ministro dell’Ambiente di ciascun paese dell’UE e si parla di ‘Consiglio Ambiente’.
La Commissione Europea è indipendente dai governi nazionali e il suo ruolo consiste nel rappresentare e tutelare gli interessi dell’UE nel suo insieme. È suo compito elaborare proposte per nuove leggi europee da sottoporre al Parlamento europeo e al Consiglio. La Commissione costituisce inoltre l’organo esecutivo dell’UE ed è quindi, in altri termini, responsabile dell’attuazione delle decisioni del Parlamento e del Consiglio. Ciò significa amministrare l’attività corrente dell’Unione europea, cioè garantire l’attuazione delle politiche, la gestione dei programmi e l’impiego dei fondi stanziati. Anche la commissione nasce negli anni ’50.


Lucilla Facchinetti:
Il trattato di Lisbona è stato firmato il 13 Dicembre del 2007. I suoi obiettivi principali consistono nel rendere l’UE più democratica al fine di soddisfare le aspettative dei cittadini europei in termini di alti livelli di affidabilità, apertura, trasparenza e partecipazione, nonché al fine di rendere l’UE più efficiente e in grado di far fronte alle sfide globali odierne quali il cambiamento climatico, la sicurezza e lo sviluppo sostenibile.
Ecco il compito delle principali istituzioni Europee:

Il consiglio Europeo definisce gli orientamenti e le politiche generali dell'UE.
Il Parlamento Europeo svolge un ruolo attivo nell'elaborazione di provvedimenti legislativi che hanno un impulso diretto sulla vita quotidiana dei cittadini.
Il Consiglio dell’Unione Europea adotta le leggi, solitamente congiuntamente al Parlamento europeo e coordina le politiche economiche generali degli Stati membri.
La Commissione Europea è indipendente dai governi nazionali e il suo ruolo consiste nel rappresentare e tutelare gli interessi dell’UE nel suo insieme. È suo compito elaborare proposte per nuove leggi europee da sottoporre al Parlamento europeo e al Consiglio.
La Commissione costituisce inoltre l’organo esecutivo dell’UE ed è quindi, in altri termini, responsabile dell’attuazione delle decisioni del Parlamento e del Consiglio.


MANUELA RACO:
Il trattato di Lisbona è stato firmato il 13 dicembre 2007 ed è un documento che ha l’obiettivo di rendere l’UE più democratica al fine di soddisfare le aspettative dei cittadini e in grado di far fronte alle sfide globali odierne

Esso contiene disposizioni sui seguenti temi:
1) Più democrazia, maggiore apertura (Il trattato permette ai cittadini una partecipazione più ampia al processo decisionale)
2) Processo decisionale più rapido ed efficace

3) Modernizzazione delle istituzioni dell’UE
4) Politica economica (Il trattato ribadisce l’impegno a costituire un’Unione economica e monetaria avente l’euro come moneta unica)
5) L’Unione europea nel mondo (L’UE si impegna a promuovere i suoi valori nel mondo)
6) Difesa e sicurezza

7) Giustizia e criminalità
8) Politica sociale (per es.assicurare elevato livello di occupazione)
9) Nuovi settori di cooperazione (criminalità transfrontaliera internazionale, l’immigrazione clandestina, la tratta di donne e bambini, il traffico di armi e di droga).
10) Diritti dell’uomo (Il trattato di Lisbona riconosce i diritti, le libertà e i principi contenuti nella Carta dei diritti fondamentali e la rende giuridicamente vincolante).
Inoltre sono contenute disposizioni su due settori particolarmente importanti nel mondo di oggi: Il cambiamento climatico e l’energia

Le principali istituzioni europee
Il Consiglio europeo
Il Consiglio europeo è composto dai capi di Stato o di governo degli Stati membri, dal suo presidente e dal presidente della Commissione. Il Consiglio europeo dà all'Unione gli impulsi necessari al suo sviluppo e definisce gli orientamenti e le priorità politiche generali dell'Unione europea. Con l'entrata in vigore del trattato di Lisbona il 1º dicembre 2009 è diventato un'istituzione.
Il Parlamento europeo
Il Parlamento europeo è l'unico organo dell'Unione europea eletto direttamente dai cittadini.Il Parlamento svolge un ruolo attivo nell'elaborazione di provvedimenti legislativi che hanno un impatto diretto sulla vita quotidiana dei cittadini, ad esempio in materia di protezione dell'ambiente, diritti dei consumatori, pari opportunità, trasporti e libera circolazione dei lavoratori, dei capitali, dei servizi e delle merci.
Il Consiglio dell’Unione europea
Il Consiglio è il principale organo decisionale dell’Unione europea. I ministri degli Stati membri si riuniscono nel Consiglio dell’Unione europea. A seconda della questione all’ordine del giorno, ciascuno Stato membro sarà rappresentato dal ministro responsabile di quell’argomento (affari esteri, affari sociali, trasporti, agricoltura, ecc.). Il Consiglio è presieduto a turno da ciascuno Stato membro per un periodo di sei mesi, in base ad un ordine prestabilito. Il Consiglio dell’Unione europea adotta le leggi, solitamente congiuntamente al Parlamento europeo
La Commissione europea La Commissione europea è l'organo esecutivo dell'UE. Essa redige le proposte di nuove leggi europee e gestisce il lavoro quotidiano per l'attuazione delle politiche e l'erogazione dei fondi europei. La Commissione difende gli interessi dell'Europa nel suo complesso e vigila affinché tutti i paesi europei rispettino i trattati e la legislazione dell'UE.

Vediamo le principali novità rispetto ai vecchi trattati:
Presidenza del consiglio Europeo: presidente eletto a maggioranza qualificata senza approvazione del parlamento Europeo che rimane in carica per due anni e mezzo.
Alto rappresentante dell'unione per gli affari esteri e le politiche di sicurezza: il trattato introduce anche la figura dell'alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza comune, che funge parimenti da vicepresidente della Commissione ed è chiamato a presiedere il Consiglio "Affari esteri". Ciò permette di rafforzare la coerenza dell'azione esterna dell'UE e di elevarne il profilo sulla scena internazionale, consentendo di dare un volto all'Unione. Parlamento Europeo: un ruolo rafforzato per il Parlamento europeo: il Parlamento europeo, eletto direttamente dai cittadini dell’UE, sarà dotato di nuovi importanti poteri per quanto riguarda la legislazione e il bilancio dell’UE e gli accordi internazionali. In particolare, l’estensione della procedura di codecisione garantirà al Parlamento europeo una posizione di parità rispetto al Consiglio, dove sono rappresentati gli Stati membri, per la maggior parte degli atti legislativi europei. Maggiore coinvolgimento dei parlamenti nazionali: i parlamenti nazionali potranno essere maggiormente coinvolti nell’attività dell’UE, in particolare grazie ad un nuovo meccanismo per verificare che l’Unione intervenga solo quando l’azione a livello europeo risulti più efficace (principio di sussidiarietà).
Una voce più forte per i cittadini: grazie alla cosiddetta “iniziativa dei cittadini”, un gruppo di almeno un milione di cittadini di un certo numero di Stati membri potrà invitare la Commissione a presentare nuove proposte. Ripartizione delle competenze: la categorizzazione delle competenze consentirà di definire in modo più preciso i rapporti tra gli Stati membri e l’Unione europea. Recesso dall’Unione: per la prima volta, il trattato di Lisbona riconosce espressamente agli Stati membri la possibilità di recedere dall’Unione. Banca centrale: la banca centrale europea diventa una istituzione ufficiale. Il trattato di Lisbona dichiarerà l'Euro moneta ufficiale dell'Unione europea.
Carta dei diritti fondamentali: la carta dei diritti fondamentali diventa un atto giuridicamente vincolante e fonte di diritto (superiore alla
costituzione italiana)
Raco Manuela 2° C








Materiali della II C







Mercoledì 2 dicembre: attività di group investigation con la II Cflag.gif

Per mercoledì 27 gennaio 2010:


Ogni gruppo (ogni persona del gruppo deve avere la stessa risposta: quindi confrontatevi) deve rispondere alle domande sul quaderno! Confronteremo poi le risposte in aula e pubblicheremo quelle giuste. Buon lavoro! dandd

Compito da realizzare in aula informatica e a casa
Scrivete sulla pagina una domanda per ciascun gruppo. La risposta deve trovarsi sul portale dell'Unione Europea. Specificate i nomi dei componenti del gruppo che pone la domanda. Seguite l'esempio



GRUPPO N°2, LIECHTENSTEIN E CONVENZIONE DI GINEVRA
CHIARA VERDOLINI

Situato fra Svizzera e Austria, il Liechtenstein è uno dei più piccoli stati d' Europa.Nato nel 1434 con la fusione di feudi di Vaduz e Schellenberg,nel 1719 venne elevato a Principato,ma rimase nell'orbita dell'impero austriaco fimo al 1919. Il territorio si estende nelle Alpi Retiche con altitudine compresa fra i 2000 e i 2500 m.L'area più popolata ed economicamente sviluppata è la pianura dove sorge la capitale di Vaduz,importante centro turistico e sede di numerose banche.Il Principato ha scelto la Svizzera come Paese di riferimento:oltre ad aver adottato la moneta le ha affidato la gestione del servizio postale.Il reddito pro capite è uno dei più elevati al mondo.La rete stradale è efficente e diffusa, ma non esiste alcun collegamento aereo,infatti,il Paese si appoggia alla Svizzera.

Gruppo n°4 : la Svizzera
Ginevra P.
Il paesaggio alpino della Svizzera copre circa il 60% del territorio. La fascia alpina è divisa in due allineamenti di montagne: uno più a sud formato dalle Alpi del Vallese, Lepontine e Retiche e uno più a nordo con cime più elevate ed estesi ghiacciai.Segue una fascia di Prealpi con alture che superano i 2000 m.
Tra le due catene delle Alpi e del Giura si trova il Mitteland (''paese di mezzo''). I fiumi sono caratterizzati da una forte pendenza, l'iiregolarità della portata e i carichi di detriti trasportati.Il clima, nonostante la presenza di microclimi dovuti alle diverse altitudini, è tipicamente alpino, con molte nevicate invernali.
Per un territorio così montuoso , forte è lo squilibrio demografico tra la zona di montagna e il Mitteland.I cantoni (unità politico-amministrative), pur occupando nel loro insieme circa il 40% della superficie, sono abitati solo dal 10% della popolazione.
La Svizzera non possiede una vera e propria metropoli, ma possiede un numero molto elevato di città di media grandezza tra cui Zurigo, Berna e Ginevra, sede di organismi internazionali.Inoltre possiede una caratteristica piuttusto insolita:sul suo territorio si parlano tre lingue tra le più importanti in europa:il tedesco, l'italiano, il fracese e il romancio (un' idioma del gruppo ladino).
Sovvenzionata dallo Stato, l'agricoltura è organizzata prevalentemente su base familiare.i prodotti maggiormente coltivati sono la barbatietola da zucchero, i cereali e le patate.
Circa il 60% dell'energia è prodotta da centrali idroelettriche, la quota restante proviene da centrali nucleari. Nell'industria i settori più noti sono gli orologi, il cioccolato, i formaggi, l'ingegneria meccanica e l'elettronica. Nel terziario un settore molto sviluppato è quello bancario, anche i servizi di consulenza, il turismo e le assicurazione occupano un ruolo importante. Gli aereoporti principali sono a Zurigo, Basilea e Ginevra.

Laura Giaccio LA SVIZZERA
I rilievi più importanti sono le Alpi, che occupano il 60% del territoro, e si dividono in due allineameti: il primo più a sud e l’altro più a nord. Vi sono poi le Prealpi con cime oltre i 2000 m e la Giura al confine con la Francia. Tra le Alpi e la Giura c’è il Mittelland, un altopiano. I fiumi sono piuttosto irregolari, hanno una forte pendenza e tendono a trasportare molti detriti. I laghi sono di origine glaciale. Il clima è tipicamente alpino. Le montagne sono molto poco popolate, al contrario del Mittelland; nei cantoni vi abita il 10% della popolazione. Ci sono molte città di media grandezza che compensano l’assenza di una vera e propria metropoli. Le lingue parlate ufficiali sono l’italiano, il tedesco e il francese, e poi c’è il romancio (un idioma del ladino), che è una lingua nazionale. L’agricoltura non riesce a soddisfare il fabbisogno interno, e i prodotti vengono imporati, l’allevamento di bovini da latte è molto sviluppato. Vi sono molte centeali idroelettriche, note sono anche l’ingegneria a meccanica ed elettronica, e la produzione di orologi, cioccolato e formaggi. Il sistema bancario, è uno dei più sviluppati al mondo, tuttavia anche i servizi di consulenza, le assicurazioni e il turismo sono importanti.

Lussemburgo, Malta, San Marino, Stato del Vaticano

Marco Breda :

Lussemburgo

La capitale è Lussemburgo. Il territorio è gran parte pianeggiante. Il clima è continentale.
Storia: Nel 1354 il territorio diventa un Ducato. Nel 1815 diventa Granducato col trattato di Vienna.
Nel
1890 diventa indipendente. E sebbene nella prima e seconda Guerra Mondiale avesse detto di essere neutra i tedeschi la invasero.
Economia:Settore Industriale con metalli e acciaio. Lingue: Lussemburghese, Francese, Tedesco.


Malta

La capitale è Valletta. Sta nell’arcipelago maltese nel mediterraneo. E formato da due isole principali Malta,Gozzo. Ed è diventato indipendente nel 1964.
Economia: Il turismo che va nelle spiagge sabbiose e rocciose, ma a anche per vedere il patrimonio archeologo. Lingue: Inglese, Maltese


San Marino

La capitale è San Marino ed è posta su un pendio. Ed è diventato stato nel 1862.
Economia: Le attività di gran peso è il turismo e anche nell’emissione dei francobolli. Lingue: Italiano.


Stato del Vaticano

Lo Stato del Vaticano sta alla destra del fiume Tevere sul Colle del Vaticano. Ed è formato da basiliche, da palazzi e Ville Romane. In questo territorio risiede il papa. Lo Stato del Vaticano è nato l’11 febbraio 1929. Dispone di una forza militare quella delle guardi svizzere. Lingue: Italiano, Latino
Marco Breda




AUSTRIA
Lorenzo Forgia:

Il territorio austriaco è in gran parte montuoso e le aree pianeggianti sono piuttosto limitate.
L'Austria non è particolarmente ricca di laghi, e gran parte dei fiumi confluiscono nel Danubio.
Ha un clima continentale:i venti atlantici vi giungono affievoliti e poveri di umidità.
L'Austria si è specializzata nel campo dell'arte, maggiormente nella musica ed nella pittura.
La produttività agricola è di alto livello, mentre nelle regioni montane prevale l'allevamento.
La produzione industriale austriaca è orientata prevalentemente verso l'esportazione.
I comparti più importanti dell'Austria sono il commercio, le finanze, le banche e il turismo.
IL sistema dei trasporti, nonostante le caratteristiche morfologiche non favorevoli, è efficiente e diffuso in tutto il territorio.



BELGIO
Riccardo Fasano:

Il Belgio ha una superficie prevalentemente pianeggiante con ampie valli fertili verso il mare. La parte SUD invece è occupata dalle Ardenne,rilievi di altitudine media. Le coste sono basse e uniformi, punteggiate da dune sabbiose. I fiumi sono molto ricchi di acque e navigabili. I principali fiumi sono la Schelda, che si estende sulla metà del territorio e la Mosa, che incide sulle Ardenne.
Il clima è prevalentemente atlantico e le temperature medie si alzano procedendo verso l’ interno.
Fino agli anni Ottanta, il Belgio ha vissuto una stasi demografica causata dal declinio della natalità e alla riduzione del flusso migratorio che negli anni Novanta si è invertito anche se comunque la popolazione è avviata all’ invecchiamento.
La densità di popolazione è tra le più elevate d’ Europa.La regione più popolata è quella delle Fiandre. Le città principali sono Anversa, porto principale del Belgio e tra i maggiori d’ Europa, Gent, Brudgge, centro industriale e commerciale, Liegi, centro direzionale e commerciale.
Il Belgio porta i segni delle costanti interazioni tra la cultura Germanica e quella latina, da cui derivano le due comunità, fiamminga e vallona. Le lingue principali sono il fiammingo e il francese. Esiste anche una terza lingua, il germanofona.
Il Belgio è famoso per l’ architettura e la pittura, i “rappresentanti” della moderna cultura figurativa sono proprio i fumettisti belga.
Il Belgio ha un’ economia basata soprattutto nel settore terziario: rilevanti soprattutto i trasporti, la pubblicità, i servizi finanziari e d’ intrattenimento.

GRUPPO N°2:LIECHTENSTEIN
Manuela Raco

LIECHTENSTEIN

Liechtenstein è situato tra Svizzera e Austria ed è uno dei più piccoli Stati d’Europa.Nacque nel 1434 e il suo territorio si estende nelle Alpi Retiche.L’area più popolata e più sviluppata è la pianura dove sorge Vaduz,grande centro turistico. Molto famosa per la vendita di francobolli e l’afflusso di capitali stranieri.Il principato ha scelto la Svizzera come paese di riferimento.La rete stradale è molto efficace ma non sono presenti collegamenti aerei.


LA CONVENZIONE DI GINEVRA

La prima Convenzione di Ginevra venne adottata nel 1864 con l’intento di stabilire regole internazionali sul trattamento delle vittime in battaglia.
Nel 1949 furono ratificate altre tre convenzioni (convenzioni di Ginevra),che elencavano i principi di trattamento sia dei prigioneri che dei civili durante la guerra ed estendevano tali principi anche alle guerre in mare. Ad esse si aggiunsero vari Protocolli d’Intesa sul tipo di armi da usare,sui metodi di battaglia e sulla protezione dei beni culturali in caso di guerra.



LA CROCE ROSSA INTERNAZIONALE
La prima Convenzione dettò anche la fondazione della Croce Rossa Internazionale organismo indipendente e autonomo da qualsiasi ingerenza politica. Infatti essa ha lo scopo di prevenire e di alleviare in ogni circostanza le sofferenze degli uomini sia in pace che in guerra. Ha una esclusiva attività umanitaria senza distinzione di nazionalità, razza, religione, condizione sociale e appartenenza politica.
Manuela Raco


LA SVIZZERA
IL TERRITORIO
Il paesaggio alpino copre il 60% del territorio formato a sud dalle alpi del Vallese, Lepontine e Retiche, a nord le alpi Bernesi, di Uri e di Glarona. Tra queste catene si trova il Mittelland un altopiano fertile. I fiumi sono pendenti e irregolari come il Reno, il Rodano, il Po e il Danubio. I laghi di origine glaciale sono: di Ginevra, dei Quattro Cantoni, di Zurigo e di Costanza. Il clima è alpino con abbondanti nevicate.
POPOLAZIONE
La densità è media elevata. La maggior parte della popolazione vive nella fascia prealpina e nel Mittelland, zona molto industrializzata.
LE CITTÀ SVIZZERE
Zurigo:centro finanziario e industriale del paese, importante nodo di comunicazione.
Berna: capitale della Confederazione.
Basilea: ci sono importanti centri industriali e un grande porto fluviale sul Reno.
Ginevra: sede di organismi internazionali.
LINGUA
Le lingue ufficiali sono: tedesco, francese e italiano.
ECONOMIA
Settore primario e secondario
Le coltivazioni principali sono: cereali, barbabietola da zucchero e patate. Si allevano bovini da latte. Si produce energia con centrali idroelettriche e nucleari. Le industrie: ingegneria meccanica ed elettronica. Vengono prodotti orologi,cioccolato, formaggi.
Settore terziario
Il sistema bancario è uno dei più sviluppati al mondo. È importante anche il turismo e le reti stradali, ferroviarie e aeree sono ben sviluppati.

MICHELE DAMIANI

La Svizzera (Christian Procida)

Nella fascia alpina si distinguono due allineamenti di montagne: il primo formato dalle alpi del Vallese , Lepontine e Retiche. Il secondo costituito dalle alpi Bernesi , di Uri e di Glarona. Alcuni fiumi si diramano verso i bacini fluviali del Reno , del Rodano, del Po, del Danubio o dell’ Adige. I laghi sono tutti di origine glaciale, i più vasti sono i laghi di Ginevra, dei Quattro Cantoni e di Zurigo e di Costanza. Il clima è tipicamente alpino con diffuse nevicate invernali. La grande maggioranza della popolazione vive nel Mittelland e nella fascia prealpina. In svizzera si parlano quattro lingue: Tedesco, Francese, Italiano e Romancio in Svizzera le principali coltivazioni sono quelle di cereali, barbabietola da zucchero e patata, si allevano invece bovini da latte.